10 commenti su “Oggi compio 16 anni

  1. A volte chi ci sta attorno teme per noi e ci soffoca, ma in definitiva, nelle scelte, siamo sempre soli con noi stessi e quando davvero non avremo più possibilità di scelta, dovremo fare i conti con noi stessi, non con gli altri.

    Chiaro, non c’è garanzia di successo: la vita non ti premia automaticamente se prendi una strada più difficile anziché quella facile.
    Vorrei che si potesse dire che c’è una scelta giusta, ma in realtà non è così (non a priori, almeno).
    Attualmente, lo sai, mi trovo in una situazione del genere. Non so se ti può essere d’aiuto, ma ancora adesso non so se sto facendo le scelte giuste o sbagliate, però mi consola il fatto che un domani non mi troverò a rimpiangere di non aver nemmeno provato.
    Oh, che poi magari mi ritroverò a rimpiangere di aver mollato un lavoro.

    Ho fatto un post lungo e probabilmente inutile.

  2. “dovresti guardare a tutto quello che hai già invece di pensare a quello che potresti raggiungere”

    Questa frase in genere è il mio intercalare preferito, un po’ come “eh, signora mia, non me ne parli”, o anche “che ci vuoi fare? è la vita”.

  3. non ti curar di loro ma guarda e passa…la vita è tua e ricorda che sei l’attrice principale della tua vita.
    Gli altri, ben che vada, sono co-protagonisti ma spesso comparse nel tuo film. 😉

  4. L’apice è quando, regolarmente a qualche punto del discorso, sbucano i bambini africani che muoiono di fame… Devo passare la vita a sentirmi in colpa per cose che non ho fatto e non contribuisco volutamente a perpetrare o posso vivermela?

  5. don’t care. quando mia madre disse “questa casa non è un albergo” io lavoravo già da qualche anno, e risposi “un albergo costerebbe meno, e si mangerebbe meglio. scongela la carne prima di cuocerla, cazzo.”

  6. buon compleanno! a 16 anni tornavo alle 6 di mattina e i miei dormivano, gli chiedevo perché non erano come i genitori dei miei amici che rimanevano svegli (non c’erano i cellulari!): “se ti capita qualcosa ci telefonano!” mi rispondevano. Ti do un consiglio: va’ all’università, e andrai via di casa secondo le regole, e poi, mantieni i contatti, ma non tornarci mai più.

  7. Uhm si vede che non hai letto il post lol, ho 25 anni, sono laureata da due e lavoro… I 16 anni alludono alle lamentele sulla mia libertà più tipiche di quell’infelicissima età…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...